Cosa Fare a Filicudi

Cosa fare a Filicudi una delle isole più tranquille e selvagge delle Eolie? Godersi i panorami, la natura, il relax, camminare lungo le antiche mulattiere, fare bagni in acque limpide. Il programma perfetto per una vacanza a Filicudi potrebbe essere proprio questo!

Se hai scelto di visitare le isole Eolie ed arrivare fino a Filicudi lascia che in questo articolo del blog ti racconti qualcosa di questa magica isola: le spiagge, i percorsi da fare a piedi, i tramonti più belli.

Filicudi

Le Eolie sono 7 splendide isole di origine vulcanica che si trovano a nord della Sicilia. Sono state dichiarate patrimonio dell’umanità nel 2000 per la loro peculiarità geologica. Ero già stata qui 2 anni fa e me ne ero innamorata perchè rispettano tutti i canoni che ricerco da una vacanza al mare: pace, relax, natura incontaminata. Te ne avevo parlato in un articolo in cui racconto come organizzare una vacanza perfetta alle Eolie!

Proprio come nei libri mi piacciono i personaggi con caratteri e caratteristiche diverse, allo stesso modo mi piacciono le Eolie perchè ognuna ha una sua peculiarità.

Filicudi è di sicuro un’ isola ancora selvaggia, in cui la natura la fa da padrona. Gli abitanti dell’isola che vivono qui tutto l’anno sono appena 200 e pensa che l’elettricità qui è arrivata solo a metà degli anni 80′!

Veduta di Filicudi nelle Eolie

Come raggiungere Filicudi dalla Sicilia? Ci sono 2 opzioni: prendere il traghetto da Milazzo oppure da Palermo. Ti lascio qui il link al sito Liberty lines dove puoi acquistare il tuo biglietto. Non serve stampare il biglietto basta la mail con l’allegato.

Siccome volevamo visitare Palermo abbiamo deciso di partire da qui, l’aliscafo impiega 2 e mezza per raggiungere Filicudi, costo del biglietto a fine agosto 70 Euro andata e ritorno.

Cosa fare a Filicudi: le spiagge

Inizio con il dirti che se sei alla ricerca di una spiaggia di sabbia questa non è l’isola che fa per te, direi proprio che le Eolie non fanno per te. A causa dell’origine vulcanica le spiagge sono generalmente di ciottoli o pietre anche piuttosto grandi, scure e assolutamente scomode. L’unico veramente felice dell’assenza di sabbia è naturalmente Cesare che la detesta!

Le spiagge principali di Filicudi sono tre: la spiaggia del Porto, la spiaggia delle Punte e la spiaggia di Pecorini a mare.

La spiaggia del porto è vicinissima all’attracco degli aliscafi, il mare è limpido ed è comoda in quanto attaccata ad un paio di hotel come l’hotel Phenicusa. Sul breve lungo mare ci sono alcuni negozi e un bar che sembrano rimasti fuori dal tempo.

Cosa vedere a Filicudi: il porto
Il porto di Filicudi

La spiaggia di Pecorini a mare, nasce nei pressi dell’omonimo, minuscolo e colorato borgo. Diciamo che la zone di Pecorini a mare è la zona più vivace dell’isola, dove c’è, se così si può dire, un po’ di movida. Qui sono presenti un paio di bar- ristoranti e addirittura un sushi. Ci sono meravigliose case che affacciano direttamente sul mare, cosa darei per averne una!

La spiaggia è molto estesa, questo fa si che si possa stare lontani da tutti anche in pieno agosto. L’acqua è limpida e gli amanti dello snorkeling saranno soddisfatti del numero di pesci presenti. C’è anche uno stabilimento, ma i lettini costano 20 Euro.

Casette di Pecorini a Mare
Casette colorate a Pecorini a Mare
Spiaggia di Pecorini a MAre
La Spiaggia di Pecorini a Mare

Infine, la mia preferita, assolutamente da segnare tra le cose da fare a Filicudi, la spiaggia delle Punte. La spiaggia è un po’ più raccolta, l’acqua limpida, e se andate li al pomeriggio assisterete a un meraviglioso tramonto su Alicudi. Qui c’è anche la possibilità di affittare lettino e ombrellone per chi vuole stare un po’ più comodo!

Tramonto a Filicudi
Tramonto dalla spiaggia delle Punte

Se fino qui hai trovato utile l’articolo, che ne dici di seguirmi sui social per non perdere gli aggiornamenti sui miei viaggi? Ti basta un click

Trekking a Filicudi

La bellezza delle Eolie, dal mio punto di vista, sta anche nella possibilità di godersi la natura e i panorami camminando. Tra le cose da fare a Filicudi sicuramente non possono mancare i trekking. Noi, nonostante il caldo, abbiamo deciso di muoverci a piedi, senza affittare mezzi di trasporto, godendoci così l’isola con lentezza. Spostarsi tra i vari borghi e le spiagge è semplice seguendo i sentieri della rete delle antiche mulattiere.

Camminare tra i fichi d’india (ti assicuro che non ne avevo mai visti così tanti), tra i profumi della macchia mediterranea, guardando il mare dall’alto è un’esperienza che riempie tutti i sensi.

trekking vista mare

Noi abbiamo percorso la mulattiera da Pecorini a Mare sino alla borgata Canale, e poi giù verso la spiaggia delle Punte. Siamo risaliti dal porto sino alla borgata Canale, trovate sulle mappe di google i vari percorsi. La prospettiva cambia ad ogni passo, andando verso Pecorini a Mare vedrete l’isola di Alicudi, andando verso il porto invece avrete di fronte l’isola di Salina e Capo Graziano che domina Filicudi.

Nel caso in cui voleste effettuare un trekking ma poi tornare al vostro alloggio con un mezzo, sull’isola è presente un servizio taxi condiviso a 5 Euro a tratta.

Cosa fare a Filicudi: i trekking
Trekking a Filicudi
Cose belle da fare a Filicudi: trekking
Le mulattiere di Filicudi

Siti archeologici e un museo subacqueo

Tra le cose da fare a Filicudi anche la possibilità di visitare un museo subacqueo ma solo per sub esperti!

Nella zona di Capo Graziano infatti sono stati rivenuti i resti di una ventina di capanne di forma ovale risalenti ai primi insediamenti che risalgono addirittura al 3000 A.C..

Inoltre proprio sul fondale marino posto di fronte a Capo Graziano sono presenti ben 9 relitti di navi. Le navi affondarono a causa di una secca presente in questa zona. I sub più esperti potranno godere delle meraviglie rimaste sul fondo marino: navi, anfore e vasellame. Si tratta di un vero e proprio museo subacqueo!

Cosa fare a Filicudi: soggiornare in una casa eoliana.

Infine un’esperienza che mi ha entusiasmata durante il nostro viaggio a Filicudi e che spero di ripetere è stato soggiornare in una bellissima casa in stile Eoliano.

Anche nelle altre isole che ho visitato ho visto case meravigliose, ma qui a Filicudi ci sono delle case con gigantesche terrazze vista mare che ti fanno veramente venire voglia di mollare tutto e trasferisi!

La tipica casa eoliana è costituita da un vano di forma cubica a cui se ne possono aggiungere altri. Di fronte alla casa si apre un ampia terrazza (detta Bagghiu) larga quanto la casa normalmente coperta da un pergolato. La terrazza è delimitata da un muretto in pietra rivestito di maiolica che funge da sedile.

Noi abbiamo affittato una casa in contrada Canale immersa in un uliveto, dal terrazzo si godeva una vista spettacolare sul mare. Posso assicurarvi che, almeno per quanto mi riguarda, avere una terrazza vista mare del genere è rigenerante!

Relax a Filicudi
Relax in terrazza a Filicudi
Cosa fare a Filicudi

Come mi ha detto un signore che vive tutto l’anno sull’isola ‘non so se il paradiso esista, ma se esiste è sicuramente come questa isola’ e io non posso che essere d’accordo!

This error message is only visible to WordPress admins

Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

Log in as an administrator and view the Instagram Feed settings page for more details.